Zanardi, la famiglia chiede nuove indagini sulla posizione del camionista

Zanardi, la famiglia chiede nuove indagini sulla posizione del camionista

Il giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Siena, Ilaria Cornetti, al termine dell’udienza di oggi, si è riservato la decisione sulla richiesta di archiviazione per l’incidente del 19 giugno 2020 in cui è rimasto seriamente ferito l’ex pilota di Formula 1, campione Indycar e atleta paralimpico Alex Zanardi. La Procura senese ha chiesto l’archiviazione per l’unico indagato, Marco Ciacci, 45 anni, residente a Castelnuovo Berardenga (Si), che si trovava alla guida dell’autocarro contro cui andò a urtare Zanardi mentre con la sua handbike percorreva la strada provinciale 146 nel comune di Pienza (Si), all’altezza del km 39+800, nei pressi del bivio per la località Sant’Anna in Camprena, nell’ambito della staffetta di solidarietà “Obiettivo Tricolore” promossa da atleti disabili. Ciacci è indagato per il reato di lesioni colpose gravissime.

CHIESTE NUOVE INDAGINI

—   L’avvocato Carlo Covi, legale della famiglia di Zanardi, si è opposto alla richiesta di archiviazione e ha chiesto al giudice “un’integrazione istruttoria”, ovvero di riaprire le indagini con ulteriori accertamenti tecnici sulla dinamica dell’incidente. Il legale dell’ex pilota ha chiesto anche al gip l’imputazione coatta per il camionista indagato. All’udienza era presente anche la moglie di Zanardi, Daniela Manni, parte offesa nel procedimento. L’avvocato Massimiliano Arcioni, legale di Ciacci, ha chiesto al giudice di accogliere la richiesta di archiviazione così come formulata dalla Procura.

Fonte: https://www.gazzetta.it/Auto/26-05-2021/zanardi-famiglia-chiede-nuove-indagini-posizione-camionista-4101354973602.shtml

Nancy
Nancy Non esistono per me storie ed emozioni che non possono essere narrate, o volti, i cui profili, non possono essere fedelmente tracciati.
Valutazione: