Mondiali Mtb Val di Sole: la gara “regina” del cross country

Mondiali Mtb Val di Sole: la gara “regina” del cross country

È la gara di MOUNTAIN BIKE più nota al pubblico di appassionati in quanto DISCIPLINA OLIMPICA. Tra gli appuntamenti più attesi dei Mondiali di Mtb in Val di Sole, Trentino, l’evento dedicato al CROSS COUNTRY, che sabato 28 agosto vede atlete e atleti di categoria Elite e Under 23 sfidarsi in una prova che fonde forza fisica esplosiva e tecnica in sella. Tanti gli azzurri a “caccia” di un ottimo risultato nell’appuntamento iridato in scena nel Bel Paese. ( Qui i segreti dello Short Track ).

LE PAROLE DEL C.T. CELESTINO

—   “La nostra squadra è ben rappresentata in tutte le categorie e discipline della mountain bike - dice MIRKO CELESTINO, C.T. DELL’ITALIA DI MTB -: tra le ragazze Under 23, per citare due esempi, Giada Specia e Marika Tovo sono in ottima forma, con Marika che negli ultimi tempi ha dimostrato di essere veramente in crescita come condizione. Tra gli uomini della categoria Elite abbiamo alcuni atleti in cerca di rivalsa, uno su tutti Gerhard Kerschbaumer: da un ‘calibro’ del genere che finora non è riuscito a portare a casa risultati ci aspettiamo tutti che possa ‘decollare’ da un momento all’altro”. ( Qui le caratteristiche della staffetta a squadre Team Relay ).

MTB CROSS COUNTRY: LA GARA E IL PERCORSO

—   Sui SINGLE TRACK della VAL DI SOLE il percorso naturale del cross country alterna curve e dislivelli in serie a qualche frazione più scorrevole e pedalata. Sassi, radici, passaggi tecnici con “appoggi” naturali caratterizzano la prova sull’anello realizzato nel Bike Park di DAOLASA DI COMMEZZADURA.

Il tracciato misura 4 CHILOMETRI (190 metri di dislivello), con tempi di percorrenza intorno agli 11 minuti e 30 secondi. La VELOCITÀ MEDIA degli atleti in gara di circa 22 KM/h. Quanti giri devono completare gli atleti? Cinque giri (più uno di lancio) le categorie Elite (donne e uomini), quattro giri (più uno) le Under 23; mentre gli Junior maschili quattro giri più uno di lancio, femminili tre giri più uno.

Tra i FAVORITI ALLA VITTORIA assoluta in campo maschile: lo svizzero Mathias Fluckiger, i francesi Victor Koretzky e Jordan Sarrou, lo svizzero Nino Schurter (primi quattro del ranking mondiale); lo spagnolo David Valero; Luca Braidot (numero 19) e Gerhard Kerschbaumer (23) gli AZZURRI OSSERVATI SPECIALI.

In campo femminile nella categoria Elite le atlete francesi (Loana Lecomte, Pauline Ferrand Prevot) e le svizzere (Jolanda Neff, Sina Frei, Linda Indergrand) tra le più attese. ( Qui come si affronta la gara di e-bike iridata in Val di Sole ).

PARLA L’AZZURRA MARIKA TOVO

—   Tra chi indossa la maglia azzurra nella prova di mountain bike cross country in Val di Sole vi è MARIKA TOVO, Under 23 (CLASSE 1999, del team Ktm Protek Elettrosystem). “Un PERCORSO MOLTO DURO - racconta al telefono la biker, nel 2020 vice-campionessa d’Europa di XC e medaglia d’argento nel Team Relay al Mondiale -. Due le salite principali, molto lunghe, e poi ci sono discese belle, tecniche, con MOLTE PARABOLICHE, curve, UNA PIETRAIA e nella primissima parte un boschetto da affrontare con attenzione, relativamente piano perché davvero impegnativo sul piano tecnico”. Quale potrebbe essere, quindi, la strategia migliore per cercare di arrivare tra le primissime al traguardo? “Fare attenzione nella prima parte e, in generale, a non andare ‘fuori giri’ nella prima metà della gara, tenendo il ritmo” racconta Tovo, nata ad Arzignano, in provincia di Vicenza. ( Qui il racconto della preparazione per i Mondiali di Chiara Teocchi ).

MTB CROSS COUNTRY: LA BICICLETTA

—   Non solo preparazione fisica curata nei minimi dettagli e capacità di “leggere” il percorso, ovvero di TRACCIARE LA PROPRIA LINEA IDEALE nei passaggi più complicati. Il segreto del cross country risiede anche nella bicicletta, una tipologia che deve unire geometrie e componenti in grado di assicurare prestazioni e capacità d’assorbire le asperità del terreno. Perché gli atleti, negli anni recenti, si sono “dirottati” verso le bi-ammortizzate? “IO PEDALO SU UNA BICI DA MTB KTM CON UN’ESCURSIONE ANTERIORE DA 100 MILLIMETRI e CON L’AMMORTIZZATORE POSTERIORE - racconta Marika Tovo -. I percorsi dell’XC sono diventati sempre più duri, sia in salita sia in discesa, e OGGI LE BICICLETTE ‘FRONT’ SONO QUASI SCOMPARSE. Il cross country, infatti, come tipologia dei percorsi si è orientato sempre più verso il mondo dell’enduro”. ( Qui un modello di mtb da XC per le competizioni ).

MTB CROSS COUNTRY: GLI AZZURRI

—   Il PROGRAMMA IRIDATO in Val di Sole prevede sabato 28 agosto le prove di cross country riservate alle categorie Donne Under 23 (dalle 9), Uomini U23 (10.45), Donne Elite (13) e Uomini Elite (15.45). Nella giornata di giovedì 26 agosto la categoria Junior, maschile e femminile.

L’Italia si presenta con sei atleti Elite (Alessio Agostinelli, Gioele Bertolini, Daniele Braidot, Luca Braidot, Nadir Colledani, Gerhard Kerschbaumer); quattro atlete Elite (Martina Berta, Eva Lechner, Greta Seiwald, Chiara Teocchi); cinque U23 uomini (Simone Avondetto, Filippo Fontana, Davide Toneatti, Andreas Emanuele Vittone, Juri Zanotti); quattro U23 donne (Nicole Pesse, Francesca Saccu, Giada Specia, Marika Tovo).

Fonte: https://www.gazzetta.it/bici/mtb/27-08-2021/mondiali-mtb-val-sole-gara-regina-cross-country-420740729053.shtml

Vincenzo
Vincenzo Medico Chirurgo, Psicoterapeuta, Odontoiatra. Specialista ambulatoriale presso l’ASL Napoli 1 Centro. Coach professionista. Terapeuta EMDR.
Valutazione: