Bastianelli subito regina a Dubai: “Che bello tornare a vincere”

Bastianelli subito regina a Dubai:  “Che bello tornare a vincere”

Emirati Arabi, “casa” del team dello sloveno Pogacar, vincitore del Tour de France: nazione che considera la bicicletta un potentissimo strumento sociale, per migliorare il benessere e la salute della popolazione, soprattutto giovani e donne. A cominciare dai chilometri di piste ciclabili illuminate e dalle sessioni sul circuito di F.1. Così il successo di Marta Bastianelli oggi a Dubai ha davvero un significato speciale. Poco più di una kermesse, ma vincere è sempre bello, soprattutto dopo una stagione complicata come il 2020.

Al Salam Championship, gara a invito negli Emirati: evento che rientra in una serie di iniziative per promuove l’uso della bicicletta e mettere in risalto il movimento femminile. Al via quattro ragazze del team Alé Btc Lubiana, unica formazione italiana del WorldTour, il massimo circuito mondiale, sia maschile sia femminile: Marta Bastianelli, Anna Trevisi e le slovene Eugenia Bujak e Ursa Pintar, che hanno gareggiato con una maglia speciale realizzata e personalizzata per l’occasione. Un’occasione di visibilità importante per la squadra e anche per i partner e distributori locali legati al marchio di abbigliamento italiano Alé. In volata, Bastianelli ha superato la compagna di squadra Anna Trevisi. La laziale, 33 anni, vincitrice del Giro delle Fiandre 2019, campionessa italiana ed europea, dopo essere stata iridata 2007 a Stoccarda, tornerà in gara a fine febbraio nelle prime classiche in Belgio.

“Dopo lo spostamento delle gare in Europa abbiamo deciso di prendere parte a questo invito a Dubai con molto piacere - spiega Marta Bastianelli -. Oggi è stata una bellissima gara con un’organizzazione fantastica! Devo un grande grazie alle mie compagne che sono qui con me, allo staff e agli organizzatori che hanno voluto fortemente la nostra presenza. La mia stagione è iniziata bene, se pur non in Europa, ma c’è un buon feeling con il mio fisico e per questo sono felice e non vedo l’ora di riprendere da dove ho lasciato”.

Fonte: https://www.gazzetta.it/Ciclismo/03-02-2021/ciclismo-bastianelli-emirati-400378237856.shtml

Nancy
Nancy Non esistono per me storie ed emozioni che non possono essere narrate, o volti, i cui profili, non possono essere fedelmente tracciati.
Valutazione: