Cappellino, occhiali scuri: Colbrelli in incognito a tifare per il fratello cicloamatore

Cappellino, occhiali scuri: Colbrelli in incognito a tifare per il fratello cicloamatore

La televisione, il Giro delle Fiandre, la prima giornata in famiglia dopo le due settimane più brutte della sua vita. I figli non lo vedevano dal 20 marzo, quando Sonny Colbrelli da Desenzano era partito con destinazione Spagna, Giro di Catalogna. Hanno riabbracciato il papà che adesso porta un defibrillatore sottocutaneo dopo l’arresto cardiaco nella prima tappa a Girona. Sonny non è certo tipo che si lascia abbattere dal destino. Combatteva in bici, combatterà adesso per uscire dal box che gli hanno imposto le norme italiane: non si può fare attività agonistica con il defibrillatore.

PRIMA USCITA

—   Tutto questo si vedrà nei prossimi mesi, dopo l’esito degli esami cardiaci e i successivi test: inutile adesso fare previsioni. Però l’amore di Colbrelli per la bicicletta è tale che ieri, tra un’immagine del Fiandre e l’altra, è uscito di casa. Non voleva essere riconosciuto, cappellino sulla testa, occhiali scuri e mascherina: è andato alla Granfondo Colnago di Desenzano a fare il tifo per il fratello Tomas, 25 anni, cicloamatore, che ha appena vinto una corsa in mtb. Tomas l’abbiamo incontrato tante volte alle gare di Sonny, ed è bello che il primo pensiero sia stato proprio per lui. Non ha restrizioni particolari, Colbrelli, se non quella di una vita normale: l’aspetto sportivo si valuterà più avanti.

Fonte: https://www.gazzetta.it/Ciclismo/04-04-2022/ciclismo-prima-uscita-colbrelli-incognito-tifare-il-fratello-cicloamatore-4302150002626.shtml

Nancy
Nancy Non esistono per me storie ed emozioni che non possono essere narrate, o volti, i cui profili, non possono essere fedelmente tracciati.
Valutazione: