Cavendish shock: “Io e la mia famiglia aggrediti in casa con pistole e coltelli“

Cavendish shock: “Io e la mia famiglia aggrediti in casa con pistole e coltelli“

Tanta paura. Mark Cavendish ha sfruttato i social, come ormai fan tutti, per raccontare nei dettagli come lui e la sua famiglia siano stati oggetto di una violenta rapina a mano armata nella loro casa di famiglia nell’Essex, mentre il velocista QuickStep si stava riprendendo dall’incidente di Ghent Six. Su Instagram, Cavendish ha detto di essere stato aggredito da quattro uomini armati e mascherati che erano entrati in casa il 27 novembre, con la banda che minacciava moglie e figli con un coltello. I ladri alla fine hanno rubato solo due orologi, ha spiegato Cavendish, invitando chiunque abbia informazioni a farsi avanti e a chiamare la polizia.

IL RACCONTO

—   “Nelle prime ore del 27 novembre, poco dopo aver lasciato la terapia intensiva, quattro uomini armati e mascherati si sono introdotti nella nostra casa mentre dormivamo, hanno minacciato mia moglie e i miei figli e mi hanno aggredito violentemente, continuato a saccheggiare nella casa”, ha scritto Cavendish che spiega: “Sono stati rubati due orologi di grande valore non solo economico ma affettivo. Ma peggio è stato il senso di sicurezza, protezione, privacy e dignità privati dall’incursione dei ladri”. Cavendish si stava riprendendo a casa dopo aver lasciato l’ospedale in Belgio dopo il suo incidente al Gent Six il 21 novembre, durante l’ultimo giorno dell’evento in pista che lo ha costretto a diversi giorni in terapia intensiva con un polmone perforato e due costole fratturate.

INDAGINI

—   La polizia dell’Essex ha confermato che sta indagando sul furto in casa Cavendish: la banda ha portato via una valigia Louis Vuitton e due orologi di alto valore, tutti raffigurati nella pagina degli appelli della polizia. “La nostra indagine procede a ritmo sostenuto e stiamo seguendo una serie di indagini mentre cerchiamo di catturare i responsabili”, ha detto l’ispettore Tony Atkin, l’ufficiale che si occupa del caso. “Il signor Cavendish e sua moglie sono stati aggrediti e minacciati nella loro stessa casa, in presenza dei loro figli piccoli, che hanno assistito a questi eventi. Per fortuna, si stanno riprendendo, ma l’effetto traumatico durerà a lungo”. Oltre alla dichiarazione e alle fotografie degli oggetti rubati, la polizia ha anche diffuso le immagini delle telecamere di sorveglianza dei ladri.

Fonte: https://www.gazzetta.it/Ciclismo/08-12-2021/cavendish-racconto-shock-io-mia-famiglia-aggrediti-casa-pistole-coltelli-430358524825.shtml

Nancy
Nancy Non esistono per me storie ed emozioni che non possono essere narrate, o volti, i cui profili, non possono essere fedelmente tracciati.
Valutazione: