Colbrelli, attesa per i tracciati del defibrillatore: “Non può finire così“

Colbrelli, attesa per i tracciati del defibrillatore: “Non può finire così“

Seconda notte al Josep Trueta di Girona per Sonny Colbrelli. Il ciclista della Bahrain Victorious sta bene, risponde ai tantissimi messaggi pieni di affetto che continua a ricevere senza sosta e aspetta con ansia l’arrivo, previsto per oggi pomeriggio, della compagna Adelina, del papà e dell’agente Luca Mazzanti. Un pieno di sentimenti positivi assai necessario dopo quanto successo lunedì a 35 chilometri da qui, a San Feliu de Guixols, traguardo della prima tappa della Volta a Catalunya. La volata, il secondo posto, il blackout generato dall’arresto cardio respiratorio, il decisivo intervento dell’infermiere del Sem Borja Saez de Cos che col suo defibrillatore ha salvato la vita a Sonny.

IL TRACCIATO

—   Oggi arrivano i familiari, per domani due temi importanti dal punto di vista medico: arriverà il tracciato del defibrillatore e si farà la risonanza magnetica. Il primo per questioni tecniche è stato portato a Valencia. È fondamentale per cercare di capire cosa è successo al cuore di Sonny, che prima dell’arresto cardio respiratorio non aveva mai mostrato segnali negativi. E che in queste ore passate in ospedale sotto osservazione di nuovo non ha prodotto alcun tipo di allarme.

LA RISONANZA

—   Se il tracciato del defibrillatore potrà far luce su quanto accaduto a San Feliu de Guixols, la risonanza è fondamentale per cercare di risalire alle cause che hanno portato all’aritmia cardiaca che ha colpito Sonny. Una volta stabilita l’origine del problema si potrà iniziare a fare ipotesi sul futuro di Colbrelli. Prima dì allora, ogni ipotesi va assegnata alla categoria delle congetture.

VOGLIA DI TORNARE

—   Per questo Sonny aspetta. I familiari, gli esami, i risultati, la diagnosi dei medici. Il rientro in Italia è previsto per domenica o lunedì. Intanto l’eroe infangato della Roubaix chatta, risponde, si gode la marea di amore che l’ha travolto. Poi si vedrà: “Penso solo a quando potrò tornare a pedalare, non può finire così” ha detto alla Gazzetta.

Fonte: https://www.gazzetta.it/Ciclismo/23-03-2022/colbrelli-malore-attesa-esami-non-puo-finire-cosi-4301989753842.shtml

Vincenzo
Vincenzo Medico Chirurgo, Psicoterapeuta, Odontoiatra. Specialista ambulatoriale presso l’ASL Napoli 1 Centro. Coach professionista. Terapeuta EMDR.
Valutazione: