Doping: il belga Aerts, stella del cross, positivo a un farmaco contro il cancro al seno!

Doping: il belga Aerts, stella del cross, positivo a un farmaco contro il cancro al seno!

La storia non fa proprio ridere, perché la sostanza che hanno trovato nel corpo di un corridore è un salvavita: uno di quei farmaci alle quali le persone si affidano per combattere il cancro, tra l’altro dei più aggressivi. Il farmaco si chiama letrozolo ed è utilizzato nel trattamento dei tumori al seno in fase precoce e dell’ovaio, anche prima e dopo una eventuale operazione. Qual è la sua funzione? Diminuisce la quantità di ormoni estrogeni (femminili) e quindi “toglie” il nutrimento alle cellule tumorali. Un trattamento che può durare anche parecchi anni.

CHI È Questa sostanza è stata trovata nelle urine del ciclocrossista belga Toon Aerts, 28 anni, che corre per la Baloise Trek Lions. Aerts, se fosse italiano, sarebbe di gran lunga il migliore crossista: in una nazione come il Belgio è tra i primi dieci, visto che in carriera ha vinto l’Europeo 2016, due Coppe del mondo (2018-2019 e 2019-2020) e tre bronzi consecutivi ai Mondiali 2019, 2020 e 2021. Al Mondiale 2022, negli Stati Uniti, è arrivato sesto. Il controllo antidoping a sorpresa risale al 19 gennaio, dieci giorni prima della rassegna iridata in Arkansas. “Farò ogni cosa che posso per provare la mia innocenza e il mio nome - garantisce Aerts -. Il prodotto, questo metabolita del letrozolo, non l’ho mai sentito e non so come possa essere entrato nel mio corpo. Io sono sempre stato contro il doping e mi considero un atleta esemplare, lo sono sempre stato”.

LA SOSTANZA Ma perché il letrozolo e che cos’è? Non è una sostanza dopante in sé, ma i medici spiegano che proprio la sua funzione di interagire con gli ormoni lo renderebbe utile in caso di uso di anabolizzanti, perché ne abbassa gli alti livelli. La Wada, l’agenzia mondiale antidoping, l’ha inserito dal 2001 nella lista delle sostanze vietate: classe S4, “modulatori ormonali e metabolici”. In particolare, se è preso dagli uomini, solo nel corpo maschile agisce con gli altri steroidi per riequilibrare il livello di testosterone alterato dall’assunzione degli ormoni. Viene anche usato per ridurre la massa grassa e coprire gli effetti dell’assunzione illegale di steroidi: in pratica, ha una funzione di coprente.

I PRECEDENTI Non sono tantissimi i casi di positività al letrozolo, ma la letteratura del doping ne cita due in Italia nell’ultimo periodo. La tennista Sara Errani, sospesa per due mesi per contaminazione alimentare: dimostrò che il letrozolo, usato dalla mamma, era finito accidentalmente nell’impasto dei tortellin. E il canottiere Niccolò Mornati, che ha avuto 4 anni di squalifica (poi ridotti a due).

Fonte: https://www.gazzetta.it/Ciclismo/16-02-2022/ciclismo-crossista-belga-aerts-positivo-doping-farmaco-cancro-seno-4301460963615.shtml

Nancy
Nancy Non esistono per me storie ed emozioni che non possono essere narrate, o volti, i cui profili, non possono essere fedelmente tracciati.
Valutazione: