Europei ciclocross, lo junior Paletti è bronzo e dà all’Italia l’unica medaglia

Europei ciclocross, lo junior Paletti è bronzo e dà  all’Italia l’unica medaglia

L’Italia festeggia la prima e unica medaglia agli Europei di ciclocross 2021 a Col du Vam, in Olanda: Luca Paletti è bronzo nella prova juniores e regala subito una medaglia al nuovo c.t. Daniele Pontoni, che si è appena insediato. L’esordio in maglia azzurra del giovane modenese, 17 anni, scrive una bella impresa che resterà negli annali di questa categoria. Al termine di una gara avvincente, conquistata dal belga Aaron Dockx, Paletti ne esce a testa alta con un risultato di grande prestigio e una medaglia che poteva addirittura essere d’argento, se non fosse stato per lo scatto deciso dell’olandese Dave Haverdings in dirittura di arrivo.

Emiliano di Modena, Luca Paletti difende i colori del Team Ciclistico Paletti, la società del nonno. Figlio dell’ex professionista Michele (Ariostea e Mapei Clas) e nipote di un altro ex professionista, Alessandro Baronti, Luca alterna con profitto l’attività su strada (passista scalatore, 14° al Giro della Lunigiana) a quella del ciclocross. Ma è bravo anche in pista e a parlare per lui è il titolo italiano nell’inseguimento a squadre conquistato lo scorso anno con gli allievi. Questa medaglia vale molto per Paletti che in questo avvio di stagione del fuoristrada, su sette gare disputate, ha ottenuto cinque successi e due secondi posti. Ora nel suo futuro c’è la maglia tricolore e magari un’altra medaglia ai Mondiali di Fayetteville (Usa), già teatro a ottobre di una prova della Coppa del Mondo. ARRIVO JUNIORES: 1. Aaron Dockx (Bel) 47’06”; 2. David Haverdings (Ned) a 47”; 3. Luca Paletti (Ita) a 48”; 32. Simone Vari (Ita) a 4’; 49. Elian Paccagnella (Ita) a 5’53”, 56. Ettore Prà (Ita) a 1 giro

Le altre gare ELITE UOMINI Olanda batte Belgio. Per mano di Lars Van Der Haar, la gara europea degli élite è un trionfo per il 30enne originario della località di Woudenberg, nella provincia di Utrecht. Davanti al pubblico di casa, Van Der Haar, protagonista di una eccezionale rimonta, si mette l’oro in tasca lasciandosi alle spalle l’armata belga: Hermans (argento), Vanthourenhout (bronzo), Aerts, Sweeks e Adams concludono nell’ordine. L’Italia si porta a casa la bella prestazione di Jakob Dorigoni, nono sul traguardo. Il bolzanino, campione italiano in carica della Selle Italia Guerciotti, regala il miglior risultato in campo internazionale dove, su un percorso del genere, ha pagato dazio il grande favorito alla vigilia Eli Iserbyt, dodicesimo. ARRIVO ÉLITE UOMINI: 1. Lars Van Der Haar (Ned) 1h01’44; 2. Quinten Hermans (Bel) a 25”; 3. Michael Vanthourenhout (Bel) a 54”; 9. Jakob Dorigoni (Ita) a 3’; 19. Gioele Bertolini (Ita) a 1 giro.

DONNE UNDER 23 La festa è tutta arancione con l’Olanda che occupa l’intero podio. Oro a Shirin Van Anrooij, argento a Puck Pieterse, bronzo a Fem Van Empel. Campionesse affermate come Brand, Vos e compagne possono dunque stare tranquille, il futuro in casa Olanda è in buone mani. Si difende come può Gaia Realini, brava a rimanere nei quartieri alto del campionato con un sesto posto di tutto rispetto. L’azzurra parte bene e sembra avere buone chance, ma già al secondo giro finisce troppo lontano dalla lotta per le medaglie. Per la ventenne pescarese comunque un buon risultato che le permette di guardare fiduciosa ai prossimi importanti appuntamenti. ARRIVO DONNE ÉLITE: 1. Shirin Van Anrooij (Ned) 44’09”; 2. Puck Pieterse (Ned) a 1’03”; 3. Fem Van Empel (Ned) a 1’19”; 6. Gaia Realini (Ita) a 2’47”; 20. Lucia Bramati (Ita) a 5’42”; 23. Carlotta Borello (Ita) a 1 giro; 27. Alice Papo (Ita) a 2 giri

Fonte: https://www.gazzetta.it/Ciclismo/07-11-2021/ciclismo-europei-ciclocross-junior-paletti-bronzo-4202280160185.shtml

Nancy
Nancy Non esistono per me storie ed emozioni che non possono essere narrate, o volti, i cui profili, non possono essere fedelmente tracciati.
Valutazione: