Granfondo in Liguria: l'investitore rischia l’accusa di lesioni colpose

Granfondo in Liguria: l'investitore rischia l’accusa di lesioni colpose

Rischia un’accusa di lesioni colpose l’automobilista venticinquenne che ieri alla guida di una Fiat Panda ha travolto cinque corridori in prossimità dell’arrivo della terza Gran Fondo delle Alpi Liguri, che si stava concludendo nell’abitato di Carcare. Proseguirà anche nei prossimi giorni la raccolta delle testimonianze dell’incidente, avvenuto a una quindicina di metri dallo striscione di fine corsa. Un video dell’impatto già acquisito dalle forze dell’ordine mostra la Fiat Panda bianca che, dopo avere invaso il rettilineo di arrivo, in uscita da un passo carrabile, si è fermata a centro strada, prima di ripartire per svoltare a sinistra in una via secondaria. In quell’attimo, nonostante gli inviti dei presenti a fermarsi, ha fatto cadere a terra gli atleti, che invano hanno provato ad evitare l’impatto. I due più gravi sono stati ricoverati con politraumi al Santa Corona di Pietra Ligure, dove uno dei due è stato elitrasportato. Le forze dell’ordine potrebbero anche disporre una perizia cinematica sul sinistro affidata a un consulente, ma prima vogliono verificare se effettivamente gli organizzatori – il Gruppo Sportivo Loabikers” di Loano - come questi hanno ribadito, abbiano posto in essere tutti gli accorgimenti necessari per segnalare la presenza della corsa in via Barrili e la conseguente chiusura della strada al traffico privato. Il giovane che ha provocato l’incidente, dopo essere uscito da un passo carrabile, sostiene che non ci fosse alcuna indicazione visibile al riguardo, ma i carabinieri vogliono comunque approfondire la sua condotta di guida, compresa la sua decisione di avere voluto comunque provare a completare la manovra.

Fonte: https://www.gazzetta.it/Ciclismo/13-09-2021/granfondo-liguria-l-investitore-rischia-l-accusa-lesioni-colpose-4201232662167.shtml

Vincenzo
Vincenzo Medico Chirurgo, Psicoterapeuta, Odontoiatra. Specialista ambulatoriale presso l’ASL Napoli 1 Centro. Coach professionista. Terapeuta EMDR.
Valutazione: