Il Mondiale secondo Peter Sagan: “Lo amo, lo vivo, lo sento più di ogni corsa“

Il Mondiale secondo Peter Sagan: “Lo amo, lo vivo, lo sento più di ogni corsa“

I fenomeni dell’ultima generazione gli hanno tolto un po’ di luce. L’onnipotenza quasi sfrontata — in certi giorni — di Mathieu Van der Poel e la sensazionale poliedricità — quasi sempre — di Wout van Aert hanno tolto una parte della ribalta a Peter Sagan, cioè colui che prima di loro era entrato nel mondo del ciclismo con la forza rivoluzionaria dello spettacolo abbinato a una classe immensa e se n’era fatto icona. Ma adesso che siamo alle porte del Mondiale — il conto alla rovescia oggi segna meno 4 giorni — l’errore più grande sarebbe dimenticarsi dell’uomo di Zilina, che più di ogni altro ha marchiato la prova iridata nell’ultimo decennio.

Fonte: https://www.gazzetta.it/Ciclismo/22-09-2021/peter-sagan-mondiale-fiandre-lo-amo-vivo-sento-4201369086869.shtml

Vincenzo
Vincenzo Medico Chirurgo, Psicoterapeuta, Odontoiatra. Specialista ambulatoriale presso l’ASL Napoli 1 Centro. Coach professionista. Terapeuta EMDR.
Valutazione: