Italia da urlo! Dopo l’Olimpiade, oro mondiale per Ganna e il quartetto

Italia da urlo! Dopo l’Olimpiade, oro mondiale per Ganna e il quartetto

Il Mondiale dell’inseguimento a squadre torna azzurro dopo 24 anni. Il quartetto campione olimpico a Tokyo, formato da Filippo Ganna, Jonathan Milan, Simone Consonni e Liam Bertazzo (che ha sostituito anche nella finalissima Francesco Lamon), supera la Francia in 3’47”192 nella finale sulla pista del velodromo Jean Stablinski di Roubaix. Bronzo alla Gran Bretagna che ha superato la Danimarca (quartetto giovane che si è sfaldato dopo il terzo chilometro) in 3’51”205.

LA STORIA - Perth 1997, in Australia: sotto la guida del c.t. Sandro Callari, Capelli, Citton, Collinelli e Benetton bissano l’oro di Manchester 1996. Da allora dovranno passare esattamente vent’anni, Mondiali di Hong Kong 2017, per il bronzo con Ganna, Bertazzo, Consonni e Lamon (3’56”935, finalina contro la Gran Bretagna). Bronzo ripetuto ad Apeldoorn 2018 sempre con questi quattro cavalieri (3’54”606), e a Berlino 2020 con l’inserimento di Milan (Ganna, Lamon, Consonni e Scartezzini): 3’47”511. Ormai il quartetto dell’inseguimento a squadre non sbaglia più un colpo. Sul tetto del mondo il 31 agosto 1996, ai Mondiali di Manchester, con il nuovo record del mondo 4’00”958, i quattro azzurri conquistano l’oro olimpico il 4 agosto sul velodromo di Izu a Tokyo con 3’42”032, spaventoso primato del mondo alla media di 64,856 km all’ora (pari a 18,01 metri al secondo), riportando in Italia quest’oro dopo 61 anni. E adesso una nuova fantastica avventura che dura quattro chilometri a quasi 70 km all’ora di media!

Fonte: https://www.gazzetta.it/Ciclismo/21-10-2021/mondiali-pista-italia-urlo-l-olimpiade-ganna-quartetto-sono-ancora-d-oro-4201973926541.shtml

Nancy
Nancy Non esistono per me storie ed emozioni che non possono essere narrate, o volti, i cui profili, non possono essere fedelmente tracciati.
Valutazione: