Jakobsen torna in sella e rivede la luce dopo tre mesi d’inferno

Jakobsen torna in sella e rivede la luce dopo tre mesi d’inferno

IL VELOCISTA ERA CADUTO NEL GIRO DI POLONIA: GRAVISSIMO DOPO L’INCIDENTE A 80 KMH

Fabio Jakobsen di nuovo in sella, ecco la sua prima pedalata. Il velocista olandese, 24 anni, rivede la luce dopo tre mesi e mezzo terribili. Il 5 agosto, a Katowice, prima tappa del Giro di Polonia: la caduta in volata provocata dal connazionale Groenewegen, sanzionato dall’Uci con 9 mesi di squalifica, e l’impatto violentissimo a 80 all’ora contro le transenne, che non reggono all’impatto. Condizioni gravissime, Jakobsen si salva grazie all’intervento immediato del compagno di squadra Senechal e dei medici polacchi. Fratture multiple al volto, una corda vocale paralizzata, 130 punti di sutura in faccia, un solo dente, fratture alla mascella e al palato.

Jakobsen scrive oggi su Instagram: “Di nuovo insieme a Delore e alle nostre Specialized Tarmac SL7. Finora è stato un bel viaggio. Con questo post vorrei ringraziare tutti i medici specialisti che mi hanno aiutato in questo lungo periodo. Lo stesso vale per il team Deceuninck Quick Step e tutti gli sponsor della squadra per il supporto nel mio processo di riabilitazione. Non vedo l’ora di fare il prossimo intervento chirurgico a gennaio e nel frattempo ricomincerò ad allenarmi lentamente”, scrive l’olandese.

24 novembre - 19:19

Fonte: https://www.gazzetta.it/Ciclismo/24-11-2020/ciclismo-jakobsen-torna-sella-rivede-luce-tre-mesi-d-inferno-3901124704740.shtml

Vincenzo
Vincenzo Medico Chirurgo, Psicoterapeuta, Odontoiatra. Specialista ambulatoriale presso l’ASL Napoli 1 Centro. Coach professionista. Terapeuta EMDR.
Valutazione: