La Bianchi e Van Aert: dirsi addio con una statua in regalo

La Bianchi e Van Aert: dirsi addio con una statua in regalo

Una statua per dirsi addio dopo tante, tantissime soddisfazioni. Dall’anno prossimo la Bianchi non fornirà più le proprie biciclette alla Jumbo-Visma (che userà le Cervélo) e per non dimenticare un legame lungo ben sette anni, la storica azienda italiana (che nel 2021 sarà partner dell’australiana GreenEDGE) ha deciso di regalare a Wout Van Aert una statua in cui il campione belga è raffigurato mentre trionfa alle Strade Bianche a Piazza del Campo, a Siena. Un successo particolarmente sentito per van Aert che nel 2020 ha vinto tra le altre anche la Milano-Sanremo e due tappe al Tour de France. Ma il successo in Toscana del primo agosto, nella corsa inaugurale del grande ciclismo dopo lo stop per la pandemia, ha un posto speciale nel suo cuore tanto è vero che la bici di quella gara non è stata messa all’asta come le altre dalla Jumbo-Visma.

IN GIARDINO

—   E non solo perché per lui quello è stato il ritorno alla vittoria dopo la caduta nella Grande Boucle 2019 nella cronometro di Pau, dove l’impatto con una transenna gli aveva lacerato i muscoli della gamba destra, con conseguente addio alla stagione. Le Strade Bianche, sembravano una corsa stregata per Van Aert, forgiato alla sofferenza dal ciclocross di cui è stato tre volte campione del mondo, nonché vincitore della tappa di coppa del Mondo ieri a Dendemonde. A Siena il campione belga aveva chiuso due volte al terzo posto: nel 2018, al debutto, dietro Benoot e Bardet e nel 2019 alle spalle di Alaphilippe e Fulgsang. In questa tormentata stagione invece si è preso la rivincita con gli interessi, domando gli sterrati toscani in uno scenario insolito con afa e caldo torrido. Così, per ricordare quell’impresa e sapendo quanto sia cara a Van Aert, la Bianchi ha deciso di fargli questo regalo sotto forma di statua a grandezza d’uomo, che il campione belga ha già sistemato nel giardino della sua casa di Herentals, in Belgio. “E’ stato emozionante ricevere come regalo d’addio - ha detto Van Aert - una statua così bella: non me l’aspettavo, sono emozionato”. Come dargli torto?

Fonte: https://www.gazzetta.it/Ciclismo/28-12-2020/bianchi-van-aert-dirsi-addio-una-statua-regalo-3902039705411.shtml

Vincenzo
Vincenzo Medico Chirurgo, Psicoterapeuta, Odontoiatra. Specialista ambulatoriale presso l’ASL Napoli 1 Centro. Coach professionista. Terapeuta EMDR.
Valutazione: