Milan, la vespa d’epoca e la baita nei boschi: “Io contro Ganna? Una super figata!“

Milan, la vespa d’epoca e la baita nei boschi: “Io contro Ganna? Una super figata!“

È l’erede designato di Filippo Ganna, un altro talento del ciclismo italiano che vuole portare avanti con successo sia l’attività su strada che quella su pista. Jonathan Milan, un gigante di 1,96 per 84 chili con il 46 di piede, dopo l’oro nel quartetto a Tokyo non si è seduto sugli allori: la scorsa settimana, agli Europei di Grenchen, ha vinto l’oro nell’inseguimento individuale e la prossima cercherà di ripetersi ai Mondiali di Roubaix dove tenterà di replicare anche il trionfo olimpico nella gara a squadre con Ganna, Lamon e Consonni. Jonathan Milan è di Buja, come Alessandro De Marchi: entrambi hanno avuto Roberto Bressan come mentore e il Team Cycling Friuli come “culla agonistica”.

Fonte: https://www.gazzetta.it/Ciclismo/16-10-2021/pista-milan-l-oro-tokyo-arrivano-mondiali-4201849227553.shtml

Nancy
Nancy Non esistono per me storie ed emozioni che non possono essere narrate, o volti, i cui profili, non possono essere fedelmente tracciati.
Valutazione: