Mondiali in Belgio: la juniores figlia d'arte Backstedt è d'oro, nona la Ciabocco

Mondiali in Belgio: la juniores figlia d'arte Backstedt è d'oro, nona la Ciabocco

La britannica Zoe Backstedt, già argento nella cronometro, ha vinto l’oro iridato nella categoria donne jr ai Mondiali di ciclismo del Belgio. Il suo è un cognome famoso nel ciclismo: il papà Magnus, svedese, aveva corso anche con la Liquigas e nel 2004, in maglia Alessio, vinse la Parigi-Roubaix. Backstedt ha conquistato il titolo battendo in una volata a due l’americana Kaia Schmidt. Per il bronzo, la tedesca Riedmann ha regolato le prime inseguitrici. Quanto alle azzurre di Dino Salvoldi la migliore è stata Eleonora Ciabocco che si è piazzata al nono posto.

PROGRAMMA

—   La rassegna iridata – la terza ospitata dal Belgio negli ultimi 45 anni, dopo Renaix 1988 e Zolder 2002 – prosegue questo pomeriggio con le donne elite: l’Italia punta su Longo Borghini, Balsamo e Bastianelli. Domenica il clou con gli elite, 268 chilometri da Anversa a Leuven e l’Italia a caccia del titolo che manca da 13 anni, da Ballan 2008 a Varese. Sull’ammiraglia azzurra, per l’ultima volta da c.t., Davide Cassani: al via Ballerini, Bagioli, Colbrelli, Moscon, Trentin, Ulissi, Nizzolo e De Marchi. Finora sono 3 le medaglie conquistate dall’Italia: 2 ori (Ganna nella crono elite, Baroncini nella prova elite Under 23), e un bronzo (cronostaffetta mista). Il belga Wout van Aert è il grande favorito, ma gli azzurri fanno ben sperare.

Fonte: https://www.gazzetta.it/Ciclismo/25-09-2021/belgio-mondiale-juniores-donne-backstedt-figlia-d-arte-oro-ciabotto-nona-4201430509919.shtml

Vincenzo
Vincenzo Medico Chirurgo, Psicoterapeuta, Odontoiatra. Specialista ambulatoriale presso l’ASL Napoli 1 Centro. Coach professionista. Terapeuta EMDR.
Valutazione: