Mondiali in Trentino, Schurter imperatore della mountain bike: è il 9° titolo

Mondiali in Trentino, Schurter imperatore della mountain bike: è il 9° titolo

Nino Schurter è il più grande interprete di sempre della mountain bike. Dopo l’oro olimpico di Rio 2016, lo svizzero, 35 anni, centra il nono titolo mondiale della mountain bike nel cross country sullo spettacolare percorso di Daolasa di Commezzadura, in Val di Sole (Trentino): il primo è arrivato nel 2009 (!). Il fuoriclasse della Scott ha battuto in volata il connazionale Mathias Flueckiger (a 8”), bronzo al francese Koretzky (a 1’14”). Miglior azzurro Kerschbaumer, 17° a 3’47”; 20° Bertolini a 4’06”.

È stata una gara di altissimo livello, con i due svizzeri Schurter e Flueckiger che hanno fatto corsa di testa sin dal secondo giro. E con loro ha vinto ancora una volta la Val di Sole, patria internazionale della mountain bike, al terzo Mondiale in 13 anni: ogni stagione qui c’è una prova di Coppa del Mondo e nel 2026 tornerà la rassegna iridata. Un’offerta di 400 chilometri di percorsi per gli appassionati di mountain bike, da quelli più facili abbordabili anche per le famiglie ai più difficili per biker e piloti esperti.

FOUR CROSS - Proprio nella serata di venerdì, il Mondiale di Val di Sole ha ricevuto la prestigiosa visita di Massimo Garavaglia, ministro del Turismo, impressionato a sua volta dal successo dell’evento trentino. “Il Mondiale di Val di Sole sta offrendo un grande spettacolo, a dimostrazione di come eventi di questo livello siano in grado di smuovere la passione del grande pubblico, e portare un impatto reale sulle presenze. Questa è la dimostrazione che lo sport fa realmente turismo - ha detto Garavaglia -, un approccio che il Trentino ha saputo da sempre interpretare con grande lungimiranza. Considero questo successo organizzativo e di pubblico un ottimo auspicio anche in vista della prossima stagione invernale: tornare a sciare adesso è una priorità”.

Il posizionamento nel mondo degli sport outdoor è una delle chiavi del successo della Val di Sole, un territorio capace di generare risultati importanti anche nella difficile stagione condizionata dal Covid: “In Val di Sole e in Trentino è stato fatto un grande lavoro di posizionamento e di costruzione di un prodotto outdoor d’eccellenza: i visitatori trovano un territorio straordinario accompagnato da servizi ed accoglienza eccezionali, e questo dà una marcia in più - spiega ancora Garavaglia -. Il ritorno dei grandi eventi sportivi restituisce sorriso, fiducia e voglia di fare agli operatori e a tutto il mondo del turismo dopo questa stagione difficile: questa adesso è la cosa più importante”. Il ministro ha premiato i nuovi campioni del mondo di Four-Cross, i cechi Tomas Slavik e Michaela Hajkova, assieme all’Assessore al Turismo e allo Sport della Provincia Autonoma di Trento, Roberto Failoni.

DOWNHILL - Domenica il gran finale con la Downhill sulla pista Black Snake, la più difficile al mondo. Gli orari: ore 9.25 – Uomini e Donne juniores; Ore 12.50: donne élite; Ore 14.10: uomini élite

Fonte: https://www.gazzetta.it/Ciclismo/28-08-2021/ciclismo-mondiali-mountain-bike-trentino-ottavo-titolo-lo-svizzero-schurter-420798575486.shtml

Vincenzo
Vincenzo Medico Chirurgo, Psicoterapeuta, Odontoiatra. Specialista ambulatoriale presso l’ASL Napoli 1 Centro. Coach professionista. Terapeuta EMDR.
Valutazione: