Pozzato vince anche come organizzatore: quattro nuove gare, c’è la Gravel per i pro’

Pozzato vince anche come organizzatore: quattro nuove gare, c’è la Gravel per i pro’

C’è aria di novità nel panorama degli organizzatori italiani. Dopo il debutto nel 2020 con il bellissimo Tricolore da Bassano del Grappa a Cittadella, oggi il Casinò di Venezia ha battezzato l’ingresso di Filippo Pozzato nel settore organizzativo del grande ciclismo: quattro prove dal 13 al 17 ottobre, nella settimana che segue il Giro di Lombardia. E non riguardano soltanto il professionismo su strada. Tra le gare presentate in questo luogo iconico di Venezia, davanti al presidente della Federciclismo, Cordiano Dagnoni, ci sono anche una Granfondo e soprattutto una prova Gravel per pro’: specialità sempre più diffusa tra gli appassionati e molto amata dai professionisti perché consente di mantenere le stesse geometrie della bici da strada anche quando si pedala sui sentieri o in campagna. Senza poi dimenticare che il 12 dicembre, a Vermiglio in Val di Sole (Trentino), Pozzato curerà l’organizzazione di una prova di Coppa del Mondo di ciclocross. Le idee - Già il nome è identificativo: Ride the Dreamland, pedala nella terra del sogno, e in effetti la Regione Veneto è il primo sponsor di Pozzato, a cominciare dalla condivisione delle idee. “Questo è l’evento che riporterà dopo tanto tempo il grande ciclismo in Veneto - dice Pozzato, vicentino di Sandrigo, 40 anni, vincitore della Milano-Sanremo 2006, due volte secondo al Fiandre e alla Roubaix, quarto al Mondiale 2010 e campione italiano 2009: si è ritirato a fine 2018 -. Quattro gare distribuite in cinque giorni, un’occasione per promuovere lo sport e vivere in armonia la magia della Regione Veneto. Non solo performance: sarà una settimana di eventi all’insegna del divertimento, della sicurezza e della valorizzazione turistica del nostro territorio”.

GIRO DEL VENETO

—   Si parte mercoledì 13 ottobre con la rinascita di una grande classica del nostro ciclismo, il Giro del Veneto: anno di nascita 1909, come il Giro d’Italia. L’ultima edizione, la 83a, si è disputata nel 2013 con la vittoria di Oscar Gatto. Nell’albo d’oro ci sono Girardengo (quattro volte), Binda, Coppi (tre volte), Magni, Zilioli, Dancelli, Saronni, Moser, Argentin, Bartoli, Rebellin, Simoni e… Pozzato, nel

  1. Si passerà attraverso le province di Padova, Vicenza e Verona tra i Colli Euganei, i Colli Berici e le colline della Valpolicella. Partenza da Cittadella e arrivo a Padova, 169 km e 2200 metri di dislivello. Ci sono due giri del circuito da Rovolon a Teolo e Vo’ Euganeo (simbolico il passaggio da questa località che ha visto il primo morto italiano per Covid: era il 21 febbraio 2020) e poi ancora le salite di Teolo e Roccolo prima dell’arrivo.

SERENISSIMA GRAVEL

—   Venerdì 15 ottobre appuntamento con la Serenissima Gravel professionisti: 126 km da Lido di Jesolo a Piazzola sul Brenta con 82 km di strade bianche. Per la prima volta la tendenza del mercato della bici diventa una gara pro’. Si snoda nelle province di Venezia, Treviso e Padova, tra argini e rive.

GRANFONDO VENETO

—   Sabato 16 ottobre sarà dedicato ai cicloamatori: Granfondo Veneto GO con partenza e arrivo a Cittadella, 113 km e 1000 metri di dislivello, il via alla francese. Si pedala lungo luoghi conosciutissimi agli appassionati: Asolo, Bassano del Grappa, il duro strappo in pavé della Tisa (350 metri al 15%), Colceresa e la salita della Rosina (2 km al 7%). È l’anima medievale del Veneto.

VENETO CLASSIC

—   Domenica 17 ottobre gran finale con una nuova corsa professionistica: Veneto Classic, 200 km e 3000 metri di dislivello, con partenza da Venezia e arrivo a Bassano del Grappa. Il via sarà dato dal Parco San Giuliano, all’inizio del Ponte della Libertà che collega Venezia e Mestre, con un bellissimo panorama sulla laguna. Tracciato duro che sale sul Muro di Ca’ del Poggio e poi un circuito con 4 volte volte la salita della Rosina (2 km al 7%) e due lo strappo in pavé della Tisa (350 metri al 15%) prima della discesa verso Bassano del Grappa. Il Montello e le colline di Asolo e del Prosecco di Valdobbiadene, fino alla Pedemontana veneta, le meraviglia di Marostica: da non perdere.

Fonte: https://www.gazzetta.it/Ciclismo/16-09-2021/ciclismo-pozzato-vince-anche-come-organizzatore-quattro-nuove-gare-c-gravel-pro-4201280688928.shtml

Nancy
Nancy Non esistono per me storie ed emozioni che non possono essere narrate, o volti, i cui profili, non possono essere fedelmente tracciati.
Valutazione: