Razzismo, punito il tecnico della bufera sui “cammellieri“. Torna a casa

Razzismo, punito il tecnico della bufera sui “cammellieri“. Torna a casa

Per quelle parole a sfondo razzista si era scusato, ma non è bastato. E secondo quanto riferito dalla Reuters Patrick Moster, tecnico tedesco del ciclismo, è fuori dai Giochi Olimpici di Tokyo e dovrà tornare a casa.

IL FATTO

—   Ma che cosa era successo? Moster, nella crono olimpica di mercoledì vinta da Roglic (quinto Ganna), stava “incitando” Nikias Arndt, 29enne della Dsm. Ma ha scelto le parole più sbagliate: “Vammi a prendere questi due cammellieri”. Il riferimento era a due ciclisti africani, l’algerino Azzedine Lagab e l’eritreo Amanuel Ghebreigzabhier (quest’ultimo corre con Vincenzo Nibali alla Trek-Segafredo) che erano partiti 3’ e 2’ minuti prima del tedesco, che avrebbe chiuso 19° a 3’54” da Roglic. Parole a sfondo razzista che si sono sentite chiaramente alla televisione, al punto che il commentatore tedesco si è sentito il dovere di chiedere scusa. Pure la Federciclo tedesca si è dissociata da Moster, che ha 54 anni e ha un passato da corridore. Più tardi sono arrivate le scuse dello stesso Moster: “Stavo incitando il mio atleta, faceva molto caldo, ho fatto confusione scegliendo le parole sbagliate. Mi dispiace, spero di non aver offeso nessuno. Non sono razzista, ho molti amici di origini nordafricane. Sono mortificato”. Già ieri l’Uci, l’Unione Ciclistica Internazionale, in un comunicato ufficiale aveva “deplorato profondamente le parole del direttore sportivo tedesco Patrick Moster pronunciate nel corso della cronometro maschile. Queste frasi vanno contro i valori che l’Uci rappresenta, promuove e difende, Non c’è posto per il razzismo nello sport e l’Uci continua il suo impegno per sradicare qualsiasi forma di discriminazione nel ciclismo difendendo la diversità e l’eguaglianza”.

Fonte: https://www.gazzetta.it/Ciclismo/29-07-2021/olimpiadi-tokyo-2020-razzismo-punito-moster-torna-casa-4205075016.shtml

Nancy
Nancy Non esistono per me storie ed emozioni che non possono essere narrate, o volti, i cui profili, non possono essere fedelmente tracciati.
Valutazione: