Sagan, è sempre festa: conquista anche il Premio Torriani

Sagan, è sempre festa: conquista anche il  Premio Torriani

In un Museo del Ghisallo vestito a festa è stato consegnato il Premio Torriani, “Per chi ama il ciclismo e lo fa vivere”, edizione numero 23. Il riconoscimento è andato a Peter Sagan, fresco vincitore di una tappa (a Foligno) e della maglia ciclamino al Giro d’Italia. Lo slovacco non era presente per un impegno improvviso dettato dalla sua squadra, la Bora Hansgrohe, che lo ha costretto a volare a Monaco di Baviera. Il tre volte campione del mondo ha comunque inviato un breve video di saluto e ha delegato il suo manager, l’olimpionico Giovanni Lombardi, a ritirare il Premio e a recapitare a suo nome al presidente del Museo Antonio Molteni la maglia ciclamino appena conquistata a Milano.

LA CERIMONIA

—   A venticinque anni dalla scomparsa dell’ultimo patron del Giro, il Premio Torriani - una statuetta in bronzo raffigurante un corridore stilizzato, realizzata dallo scultore Domenico Greco – ha visto anche la partecipazione dei premiati Linus e del giornalista Pier Augusto Stagi, oltre alla simpatia di Dino Zandegù che ha ricevuto il “Cuore d’argento”. Alla cerimonia hanno partecipato anche il neo presidente della Federciclismo Cordiano Dagnoni e il vicedirettore de La Gazzetta dello Sport Pier Bergonzi che si è avvalso di filmati per accompagnare la chiacchierata con i premiati.

Fonte: https://www.gazzetta.it/Ciclismo/31-05-2021/sagan-sempre-festa-conquista-anche-premio-torriani-4101501079080.shtml

Nancy
Nancy Non esistono per me storie ed emozioni che non possono essere narrate, o volti, i cui profili, non possono essere fedelmente tracciati.
Valutazione: