Solidarietà in sella: materiale e vestiario dai corridori italiani alle cicliste afghane

Solidarietà in sella: materiale e vestiario dai corridori italiani alle cicliste afghane

I ciclisti e le cicliste italiane hanno deciso di destinare un contributo economico alle cicliste afgane che sono state portate in salvo in Italia grazie all’azione di Alessandra Cappellotto, vicepresidente Accpi (associazione corridori) e responsabile CPA women, il sindacato mondiale femminile. È emerso durante l’assemblea nazionale che l’Accpi, presieduta da Cristian Salvato, ha organizzato a Trento alla vigilia dei campionati europei che scattano mercoledì per concludersi domenica.

I corridori italiani (uomini e donne) si sono offerti per offrire vestiario e materiale da ciclismo alle ragazze: ci sarà anche abbigliamento casual, per loro e per i bambini. In più, alcune cicliste italiane che vivono nelle regioni in cui sono state portate le afghane pedaleranno con loro e le aiuteranno a inserirle nella società ciclistiche. Le ragazze afghane hanno lasciato Kabul a fine agosto durante il ponte-aereo dell’Aeronautica Militare: nonostante abbiano perso tutto, hanno ancora voglia di pedalare e si capisce da come si emozionano ogni volta che vedono passare una bicicletta. E il ciclismo italiano è al loro fianco.

Fonte: https://www.gazzetta.it/Ciclismo/07-09-2021/ciclismo-corridori-italiani-aiuteranno-cicliste-afghane-materiale-vestiario-4201071147490.shtml

Nancy
Nancy Non esistono per me storie ed emozioni che non possono essere narrate, o volti, i cui profili, non possono essere fedelmente tracciati.
Valutazione: