Sospetti di Covid: Nazionale di ciclocross dimezzata verso il Mondiale

Sospetti di Covid: Nazionale di ciclocross dimezzata verso il Mondiale

La nostra Nazionale di ciclocross è partita per gli Usa dove domenica è in programma il Mondiale che si tengono a Fayetteville, in Arkansas, sabato 29 e domenica 30. Ma molti corridori sono rimasti a terra perché durante la recente tappa di Coppa del Mondo, a Hoogerheide in Olanda, è stata riscontrata una presunta positività al Covid da parte di un atleta. La Federciclismo si è immediatamente attivata, di concerto con le istituzioni olandesi, applicando il protocollo esistente nel rispetto delle normative vigenti. Un lavoro coordinato dal Segretario Generale, Marcello Tolu, dal Presidente Cordiano Dagnoni, dal team manager Roberto Amadio e dal responsabile sanitario, Roberto Corsetti. “Abbiamo lavorato per risolvere la situazione nelle modalità consentite dalla regolamentazione olandese, italiana e statunitense – il commento di Amadio – e questa mattina sono partite per gli States le persone che non hanno avuto contatto con il presunto positivo e chi aveva fatto la terza dose di vaccino, risultando negativo al test effettuato presso una struttura medica locale”.

LA LISTA

—   L’elenco dei partiti per gli Usa: Davide Toneatti (U23), Samuele Leone (U23), Eva Lechner (Elite), Silvia Persico (Elite), Lucia Bramati (U23), Federica Venturelli (Junior). In più il c.t. Daniele Pontoni, l’osteopata Tamara Rucco, il meccanico Fabrizio Melandri e Elena Danese della segreteria. Sono già negli Usa Mauro Centenaro, Segretario di settore, la cuoca, un massaggiatore e un altro meccanico.

Fonte: https://www.gazzetta.it/Ciclismo/24-01-2022/mondiali-ciclocross-sospetti-casi-covid-nazionale-dimezzata-4301076865546.shtml

Vincenzo
Vincenzo Medico Chirurgo, Psicoterapeuta, Odontoiatra. Specialista ambulatoriale presso l’ASL Napoli 1 Centro. Coach professionista. Terapeuta EMDR.
Valutazione: