Tour de France: capolavoro Van der Poel nel nome del nonno Poulidor

Tour de France: capolavoro Van der Poel nel nome del nonno Poulidor

L’arrivo in salita sul Mur de Bretagne premia il solito, fantastico Mathieu Van der Poel, nel nome del nonno Raymond Poulidor (scomparso due anni fa) che non aveva mai vestito la maglia gialla. Che invece verrà indossata domani dal campione olandese della Alpecin Fenix, grazie agli abbuoni che gli permettono di sfilarla al francese Julian Alaphilippe. L’azione decisiva di Van der Poel a 800 metri dalla fine, quando è andato a prendere il nostro Sonny Colbrelli e poco dopo lo ha staccato con un’azione devastante che gli ha permesso di arrivare da solo con 6 secondi di vantaggio su Tadej Pogacar e Primoz Roglic, finiti nell’ordine alle sue spalle. Bene anche Vincenzo Nibali, finito nel gruppo dei migliori. Ci ha provato Davide Formolo a 1,5 chilometri dalla fine ma il suo tentativo è durato pochi metri. Van der Poel, al debutto al Tour de France, era attesissimo nella giornata di ieri, ma una volta fallito si è rifatto con gli interessi oggi: le sue lacrime al traguardo ricordando il nonno spiegano più di ogni parole il legame che c’era tra i due.

DOMANI TERZA TAPPA

—   Lunedì terza tappa, Lorient-Pontivy, 182,9 km, sulla carta abbastanza semplice. Possibile primo arrivo in volata di questa edizione della Grande Boucle.

Fonte: https://www.gazzetta.it/Ciclismo/27-06-2021/tour-de-france-capolavoro-van-der-poel-nome-nonno-poulidor-4102314186504.shtml

Vincenzo
Vincenzo Medico Chirurgo, Psicoterapeuta, Odontoiatra. Specialista ambulatoriale presso l’ASL Napoli 1 Centro. Coach professionista. Terapeuta EMDR.
Valutazione: