Tour de France, quarta tappa: tocca ancora ai velocisti

Tour de France, quarta tappa: tocca ancora ai velocisti

Da Redon a Fougeres per 150,4 km, la quarta tappa del Tour de France 108 è anche l’ultima che si svolge in Bretagna, che ha ospitato con Brest la Grande Partenza. Sulla carta, si tratta di una giornata che dovrebbe sorridere ai velocisti: il percorso è pianeggiante e non ci sono gran premi della montagna. Attenzione però sempre al vento e alle cadute, con queste ultime che hanno condizionato l’inizio di questa edizione soprattutto nella prima e nella terza frazione con il ritiro di diversi protagonisti, tra cui Soler, Ewan e Haig.

Partenza alle 14.30, arrivo previsto intorno alle 17.30. Lo sprint intermedio che mette in palio i punti per la maglia verde è piazzato dopo 114,4 km a Vitre. Senza Caleb Ewan, bisognerà capire chi eventualmente prenderà in mano le redini dello sprint ma anche fare attenzione a ogni insidia perché come si è visto nei primi giorni si possono perdere secondi importanti per la classifica pure in pianura.

LA SITUAZIONE

—   Si riparte con Mathieu Van der Poel in maglia gialla. Il 26enne olandese della Alpecin-Fenix, figlio e nipote d’arte, conduce con 8” su Alaphilippe e 31” su Carapaz. Il primo italiano è Vincenzo Nibali, che dopo la terza tappa aveva guadagnato 5 posizioni e adesso è 16° a 55”. Così le altre maglie: Alaphilippe ha la verde dei punti, Pogacar la bianca dei giovani, Schelling quella a pois della montagna. A squadre c’è in testa la Bahrain-Victorious. Il Tour de France si concluderà domenica 18 luglio a Parigi.

Fonte: https://www.gazzetta.it/Ciclismo/29-06-2021/tour-de-france-2021-quarta-tappa-4102343556809.shtml

Nancy
Nancy Non esistono per me storie ed emozioni che non possono essere narrate, o volti, i cui profili, non possono essere fedelmente tracciati.
Valutazione: