Tour: tappa a Teuns, ma Pogacar è un alieno e si prende la gialla

Tour: tappa a Teuns, ma Pogacar è un alieno e si prende la gialla

Semplicemente devastante. Il Tour de France è solo all’ottavo giorno ma ha già un padrone che si chiama Tadej Pogacar. Sotto la pioggia di Le Grand Bornand la tappa se la prende il belga Dylan Teuns (Bahrain-Victorious) davanti a Izagirre e Woods (Mattia Cattaneo, 9°, miglior italiano) ma il grande protagonista è lo sloveno che, quarto sul traguardo, conquista la maglia gialla alla maniera forte. Anche oggi, nella prima frazione alpina (da Oyonnax a Le Grand Bornand, 150,8 chilometri con dentro Col de Romme e Colombiere), il fuoriclasse della Uae Emirates ha dimostrato di essere nettamente il più forte, il più completo e anche il più coraggioso, forte di una condizione sensazionale.

Il 22enne sloveno, campione uscente del Tour, ha attaccato da lontano, sul tratto più duro del Col de Romme, ha staccato il diretto avversario Richard Carapaz e via via ha guadagnato terreno su tutti i rivali più pericolosi in prospettiva vittoria finale. Alla fine Pogacar ha guadagnato 3’20” sullo stesso Carapaz e ora il primo inseguitore in classifica è Wout Van Aert, staccato di 1’48” dalla nuova maglia gialla. Nibali arriva con un ritardo di 21’47” ed esce dalla classifica.

Domani altra dura tappa di montagna: partenza da Cluses e arrivo in salita a Tignes dopo 144,9 chilometri.

Fonte: https://www.gazzetta.it/Ciclismo/03-07-2021/tour-de-france-tappa-teuns-ma-pogacar-alieno-4102467524356.shtml

Vincenzo
Vincenzo Medico Chirurgo, Psicoterapeuta, Odontoiatra. Specialista ambulatoriale presso l’ASL Napoli 1 Centro. Coach professionista. Terapeuta EMDR.
Valutazione: