Van Aert-Evenepoel, dopo il Mondiale volano gli stracci

Van Aert-Evenepoel, dopo il Mondiale volano gli stracci

Le polemiche in Belgio continuano e non poteva essere altrimenti. I Mondiali di ciclismo in casa mancavano dal 2002: moltissima gente in strada ma anche tanta delusione. Già nella crono, quando Van Aert e Evenepoel erano stati argento e bronzo alle spalle di Ganna. Ma per la prova in linea non ne parliamo neanche: nessuna medaglia, solo quarto Stuyven, Van Aert (favoritissimo) 11°, e Evenepoel in gran forma ma utilizzato come gregario. Queste le parole di Remco al quotidiano Het Laatste Nieuws: “Venerdì sera prima del Mondiale c’è stato un incontro con tutti i corridori, ma alla fine non mi era molto chiaro cosa ci si aspettasse esattamente da me. Con quell’incertezza sono andato a dormire. Il giorno dopo ho chiesto: ‘Cosa vi aspettate da me in termini concreti?’ Ho anche detto chiaramente che pensavo di poter essere in grado di vincere la gara in un certo scenario. ‘Ho una possibilità o no?’ ho chiesto. ‘No’, è stata la risposta. A quel punto era tutto chiaro, ma ho detto a Vanthourenhout: ‘Questa è un’occasione mancata, per diversi ragazzi’ “.

LA RISPOSTA - Chiaro, no? E la risposta di Van Aert non si è fatta attendere: “La spiegazione di Remco mi ha dato fastidio. Siamo andati ai campionati del mondo come una squadra. Mi aspettavo che ci fossero delle critiche perché non abbiamo vinto. Solo allora tutto sarebbe stato perfetto, altrimenti ci sarebbero state sempre critiche. Posso accettarlo, ma non credo sia saggio che qualcuno della squadra aggiunga benzina sul fuoco. Penso che Remco abbia detto molto di più nei tempi supplementari che nella riunione della squadra…”.

Fonte: https://www.gazzetta.it/Ciclismo/30-09-2021/van-aert-evenepoel-il-mondiale-volano-stracci-4201557064410.shtml

Nancy
Nancy Non esistono per me storie ed emozioni che non possono essere narrate, o volti, i cui profili, non possono essere fedelmente tracciati.
Valutazione: