Storica partenza dal velodromo Vigorelli. Ecco la nuova Milano-Sanremo

 Storica partenza dal velodromo Vigorelli. Ecco la nuova Milano-Sanremo

Non era mai accaduto. Succederà sabato 19 marzo, con l’edizione numero 113 della Classicissima di primavera. La Milano-Sanremo, prima classica Monumento della stagione, scatterà dal velodromo Vigorelli di Milano, la pista magica che dal 1935 è uno dei simboli del ciclismo mondiale: il “Vigo”, casa di Antonio Maspes, sette titoli mondiali della velocità, e di nove record dell’Ora, da Olmo nel 1935 a Coppi 1942 in una pausa dei bombardamenti, fino a Riviere nel

  1. Non è una novità questo legame tra Vigorelli e le grandi corse su strada: sulla pista, in giornate che diventavano vere feste di popolo, si è concluso per 23 volte il Giro d’Italia (ultima volta nel 1974) e in 21 occasioni il Giro di Lombardia (ultimo Kelly nel 1985).

IL PERCORSO

—   Il ritrovo di partenza e il foglio firma delle 25 squadre saranno all’interno dell’impianto, che è stato rinnovato nell’ambito dei lavori urbani di CityLife: dal Vigorelli la carovana si sposterà poi verso via Chiesa Rossa, a sud di Milano in direzione Pavia, dove sarà dato come da tradizione il chilometro zero. Il tracciato della Sanremo ritornerà poi al percorso classico: dopo due anni, riecco il Passo del Turchino, la prima asperità, entrata nella storia con la fuga di Fausto Coppi 1946 iniziata proprio qui. Nel 2020 i problemi di viabilità in Riviera avevano portato al passaggio dal Piemonte per scendere su Imperia; nel 2021 ci sono stati alcuni lavori stradali che hanno impedito la scalata al Turchino. Quindi la Sanremo torna a 293 chilometri, con Turchino, i tre Capi (Mele, Cervo e Berta), la Cipressa e il Poggio di Sanremo a 10 km dalla conclusione in via Roma. Nel 2021 successo del belga Jesper Stuyven (Trek-Segafredo) con un colpo di mano negli ultimi 500 metri della discesa.

LA CORSA

—   La Milano-Sanremo, prima edizione 1907, si svolge sul percorso classico che per più di 110 anni ha collegato Milano con la riviera di Ponente attraverso Pavia, Ovada, il Passo del Turchino per scendere su Genova Voltri. Da lì si procede verso ovest attraverso Varazze, Savona, Albenga fino a Imperia e San Lorenzo al Mare dove dopo la classica sequenza dei Capi (Mele, Cervo e Berta) si affrontano le due salite inserite negli ultimi decenni: Cipressa (1982) e Poggio di Sanremo (1961). La Cipressa supera 5.6 km al 4.1% per immettere nella discesa molto tecnica che riporta sulla ss.1 Aurelia.

IL FINALE

—   A 9 km dall’arrivo inizia la salita del Poggio di Sanremo (3.7 km a meno del 4% di media con punte dell’8% nel tratto che precede lo scollinamento). La salita presenta una carreggiata leggermente ristretta e 4 tornanti nei primi 2 km. La discesa è molto tecnica su strada asfaltata, ristretta in alcuni passaggi, con e un susseguirsi di tornanti e di curve e controcurve fino all’immissione nella statale Aurelia. L’ultima parte della discesa si svolge nell’abitato di Sanremo. Ultimi 2 km su lunghi rettilinei cittadini. Da segnalare a 850 m dall’arrivo una curva a sinistra su rotatoria e ai 750 m dall’arrivo l’ultima curva che immette sulla retta finale di via Roma.

Fonte: https://www.gazzetta.it/Ciclismo/Classiche/11-02-2022/milano-sanremo-partenza-vigorelli-percorso-info-gara-4301370358669.shtml

Vincenzo
Vincenzo Medico Chirurgo, Psicoterapeuta, Odontoiatra. Specialista ambulatoriale presso l’ASL Napoli 1 Centro. Coach professionista. Terapeuta EMDR.
Valutazione: