Percorso Giro d’Italia 2018, ufficializzate le tappe. Froome conferma la sua partecipazione

Percorso Giro d’Italia 2018, ufficializzate le tappe. Froome conferma la sua partecipazione


Il Giro d’Italia 2018, edizione numero 101, è ormai realtà, sebbene il suo percorso sia stato, a dire il vero, già spoilerato mezz’ora prima della presentazione ufficiale sul web con tanto di profili altimetrici, partendo dal sito CicloWeb per poi diffondersi sui social.
Negli studi (misteriosamente annebbiati) della Rai di Milano, alla presenza dei vertici di Rcs, della Tv di Stato e del Comune di Roma, città che ospiterà come si vociferava il gran finale, il Giro 101 si è svelato nei suoi complessivi 3.546,2 km di cui poco meno di 45 a cronometro (ridotto il peso specifico delle prove contro il tempo per evitare che esse possano decidere la corsa), e che si svolgerà dal 4 al 27 maggio. Otto finali in salita e otto tappe potenzialmente adatte ai velocisti, 44.000 metri totali di dislivello, 7 tappe categorizzate a bassa difficoltà, 6 a media difficoltà ed infine 6 ad alta difficoltà.
Date per acquisite le prime tre giornate in Israele, la corsa rosa dopo il primo giorno di riposo riparte dalla Sicilia (scongiurate le voci che davano la presenza dell’isola a rischio), con tre tappe in cui verrà ricordata anche la tragedia del Belice, precisamente nella quinta da Agrigento a Santa Ninfa, mentre nella sesta si scala anche quest’anno l’Etna dall’inedito versante che conduce all’Osservatorio Astronomico.

Giro d'Italia 2018
Si risale poi dalla Calabria arrivando in Abruzzo, sino al Gran Sasso, in una tappa di 224 km che parte da Pescosannita per concludersi a Campo Imperatore. Confermata anche quest’anno, insomma, la centralità delle salite già nella prima settimana.

Giro d'Italia 2018
La Penne – Gualdo Tadino inaugurerà la seconda settimana e sarà la più lunga di questa edizione con i suoi 239 km totali, in cui verrà ricordata anche la tragedia di Rigopiano. Ci sarà anche un omaggio a Michele Scarponi con un passaggio dalla sua Filottrano in occasione della undicesima tappa da Assisi ad Osimo.
Ed ecco che già nella seconda settimana compare il temuto Zoncolan, precisamente nella tappa 14 che parte da San Vito al Tagliamento per concludersi dopo 181 km. Ben 1210 metri di dislivello nei dieci chilometri della ripidissima ascesa che toccherà delle pendenze a doppia cifra, sul 22%, passando dal versante più impegnativo, quello di Ovaro.

Giro d'Italia 2018
La terza settimana si apre con una cronometro per specialisti puri e poi tre tappe, tutte con arrivi in salita e diecimila metri di dislivello totali, che presentano il Colle delle Finestre (Cima Coppi di quest’anno), che presenterà ben 9 km di sterrato e 4.500 metri di dislivello. Gran finale a Roma, con la passerella finale da cartolina e traguardo davanti al Colosseo.

Giro d'Italia 2018

Scoppia pure un piccolo giallo (è il caso di dirlo) legato a Chris Froome: il profilo Twitter della Shimano Road annuncia durante la presentazione la presenza del vincitore del Tour e della Vuelta 2017 al Giro 2018, per poi cancellare il tweet; ci penserà poi Mauro Vegni in persona ad ufficializzare la presenza del capitano della Sky con un filmato in cui il kenyano bianco dà appuntamento alla corsa rosa 2018. Parte insomma la campagna di conquista della doppietta Giro-Tour per Froome.