Ciclismo, Tom Boonen: ‘Tutti aspettavano il caso Froome’

Ciclismo, Tom Boonen: ‘Tutti aspettavano il caso Froome’

Il caso Froome [VIDEO]è sempre al centro delle discussioni nel mondo del #Ciclismo, anche perché la vicenda sembra ancora ben lontana dall’epilogo. Il capitano della Sky è risultato positivo ad un controllo antidoping della scorsa Vuelta, evidenziando un valore di salbutamolo doppio rispetto al consentito. Il procedimento è ancora in corso e Froome ha ripreso a correre un paio di settimane fa alla Vuelta Andalucia, una scelta che è stata criticata da più parti. A schierarsi apertamente dalla parte di Froome e della Sky è stato invece #Tom Boonen, l’ex campione fiammingo che si è ritirato dal ciclismo nella scorsa primavera.

Tom Boonen spezza una lancia per Froome

Il ritorno in corsa di #Chris Froome ha acceso molte reazioni critiche nei confronti della Sky e del campione britannico.

La posizione di Froome è ancora in bilico per il procedimento aperto dopo la positività al salbutamolo riscontrata alla Vuelta Espana. Per regolamento Froome ha diritto di correre in attesa del verdetto, ma molti altri corridori si sono schierati contro questa scelta, ritenendola poco etica e dannosa per l’immagine del ciclismo. Si sono espressi molto apertamente in tal senso soprattutto tanti corridori belgi, da Philippe Gilbert a Oliver Naesen [VIDEO] passando per Tim Wellens. A spezzare una lancia in favore di Froome e della Sky è intervenuto a sorpresa Tom Boonen, l’ex corridore belga ritiratosi dalle corse dopo la passata edizione della Parigi Roubaix.

‘Non si vince la Vuelta con il salbutamolo’

Boonen ha parlato all’emittente tv Sporza durante il weekend d’apertura del calendario belga, la Het Nieuwsblad e la Kuurne dei giorni scorsi, minimizzando l’episodio che ha visto come protagonista il campione della Sky.

“La situazione di Froome non è per niente buona. Tutti hanno un’opinione su di lui. Tutti aspettavano che succedesse qualcosa. Poi è successo, ma è davvero un piccolo incidente” ha dichiarato Boonen a Sporza, spiegando che secondo lui gli avversari della Sky hanno calcato la mano per una sorta di rivalsa nei confronti dello strapotere della squadra britannica. “Puoi dire quello che vuoi ma questo non ti permette di vincere il Tour de France o la Vuelta Espana” ha commentato Boonen nonostante il valore di salbutamolo riscontrato a Froome sia stato doppio rispetto al consentito. “La Sky è una squadra con una certa immagine e crea invidia, tutti aspettavano che succedesse questo” ha aggiunto Boonen.