CiclismoSabato la classicissima

CiclismoSabato la classicissima
E sono 109. Sabato 17 marzo si svolge la Milano-Sanremo, 291 km, la Classica di Primavera, il primo Monumento della stagione. Alla corsa Gazzetta dello Sport/Rcs Sport partecipano i 18 WorldTeam e sette formazioni che sono state invitate: Bardiani Csf, Cofidis Solutions credits, Gazprom-Rusvelo, Israel Cycling Academy, Nippo-Vini Fantini-Europa ovini, Novo Nordisk, Wilier Triestina-Selle Italia. Sette corridori per squadra al via saranno in 175. Il ritrovo a Milano è in piazza Castello dalle 8.10 alle 9.40. L'incolonnamento è alle 9.45 e la partenza da via della Chiesa Rossa è prevista alle 10.10. L'arrivo è previsto tra le 16.50 e le 17.30. Al momento della pubblicazione le previsioni del tempo parlano di pioggia e temperature tra i 7 e i 10 gradi. Ecco come la gara sarà trasmessa in tv: Rai2 dalle 14.00, Eurosport2 dalle 14.30.
il percorso — La Milano-Sanremo si svolge sul percorso classico che negli ultimi 100 anni ha collegato Milano con la riviera di Ponente attraverso Pavia, Ovada, il Passo del Turchino per scendere su Genova Voltri. Da lì si procede verso ovest attraverso Varazze, Savona, Albenga (non si percorre la salita delle Manie inserita dal 2008 al 2013) fino a Imperia e San Lorenzo al Mare dove dopo la classica sequenza dei Capi (Mele, Cervo e Berta) si affrontano le due salite inserite negli ultimi decenni: Cipressa (1982) e Poggio di Sanremo (1961). La Cipressa supera 5,6 km al 4.1% per immettere nella discesa molto tecnica che riporta sulla ss.1 Aurelia. A 9 km dall’arrivo inizia la salita del Poggio di Sanremo (3,7 km a meno del 4% di media con punte dell’8% nel tratto che precede lo scollinamento). La salita presenta una carreggiata leggermente ristretta e 4 tornanti nei primi 2 km. La discesa è molto tecnica su strada asfaltata, ristretta in alcuni passaggi, con un susseguirsi di tornanti e di curve e controcurve fino all’immissione nella statale Aurelia. L’ultima parte della discesa si svolge nell’abitato di Sanremo. Gli ultimi 2 km sono su lunghi rettilinei cittadini. Da segnalare a 850 m dall’arrivo una curva a sinistra su rotatoria e ai 750 m dall’arrivo l’ultima curva che immette sulla retta finale di via Roma, tutto su fondo in asfalto.