Ciclismo, Sanremo, tutti contro Sagan

Ciclismo, Sanremo, tutti contro Sagan

TORINO – Il primo grande appuntamento del ciclismo mondiale, in scena domani, è la Milano-Sanremo. Negli ultimi anni hanno sempre vinto uomini veloci, anche questa volta in vetta alla piramide dei favoriti. Le quote Snai parlano chiaro: numero uno, Peter Sagan, ormai faro di gran parte delle grandi classiche. Il triplice campione del mondo si presenta con una quota piuttosto bassa, 3,00. Lo scorso anno diede spettacolo ma fu beffato sul nastro da Michal Kwiatkowski. Il polacco della Sky ha vinto qualche giorno fa la Tirreno-Adriatico ed è uno dei corridori più completi in circolazione: il suo bis a Sanremo vale 7,50. In doppia cifra gli altri, a cominciare dal francese Arnaud Demare, che la Classicissima l’ha vinta due anni fa, e da Elia Viviani, che ha questa corsa nel mirino da tempo, ma ha il problema della tenuta sulle ultime pendenze. I due sono entrambi a 10, seguiti da Kristoff, Alaphilippe e Gilbert, a 15. Gli italiani non vincono dal 2006 (Pozzato): oltre a Viviani, sperano Trentin (25), Colbrelli (25) e Moscon (33), quest’ultimo da attendere con maggiore fiducia alle classiche del Nord. Lontano dai favoriti Vincenzo Nibali, a 50.