L’Astana in rosa, una fucina di talenti

L’Astana in rosa,  una fucina di talenti

Foto di gruppo per le ragazze di Astana.

Canal Grande, la sede del consiglio regionale del Veneto, e poi passeggiata in piazza San Marco, l’Arsenale: una giornata quasi da gita scolastica per le ragazze dell’Astana, la formazione di Maurizio Fabretto che si è presentata a Venezia e schiera alcune dei migliori talenti italiani: da Letizia Paternoster e Elena Pirrone, a Sofia Bertizzolo, miglior giovane del WorldTour dopo tre prove, Sofia Beggin e Martina Alzini. In tutto 13 atlete: la stella straniera è la cubana Arlenis Sierra. “Come tecnico vi dico: proteggete queste ragazze. Qui c’è un progetto ambizioso che arriva ai Giochi di Tokyo 2020”, ha detto il c.t. Dino Salvoldi. Presenti anche Giuseppe Rivolta, organizzatore del Giro Rosa, e le quattro grandi che hanno dato lustro alle squadre di Fabretto: Cappellotto, Cooke, Zabirova e Ziliute.