Nibali, le considerazioni sul Mondiale di Innsbruck

Nibali, le considerazioni sul Mondiale di Innsbruck

Foto originale Getty Images © scelta da SuperNews

Vincenzo Nibali negli scorsi giorni ha provato il circuito del Mondiale di Innsbruck in programma nel mese di settembre. Il corridore arriverà all’appuntamento dopo aver perfezionato la condizione atletica nella Vuelta di Spagna. Lo Squalo dello Stretto non si nasconde, è consapevole che il mondiale rappresenta uno dei suoi obiettivi stagionali, dopo il Tour de France. All’attuale, lo Squalo è reduce dalla vittoria della Milano-Sanremo e sarà presto protagonista per la prima volta anche al Giro delle Fiandre.

Nibali, le considerazioni sul circuito

Nibali ha testato il circuito del Mondiale di Innsbruck e al riguardo ha così espresso le sue prime impressioni: “Sarà un Mondiale su strada molto difficile, perché abbiamo questa salita da otto chilometri da ripetere sette volte e successivamente questo ‘strappo’ di circa 2-2,5 chilometri, con una punta del 28 per cento che, dopo quanto fatto, diventa veramente uno scoglio difficile da superare. Ci vorrà una squadra che sa andare forte in salita, scalatori veri, perché penso che velocisti non ne arrivano”.
Lo Squalo ha poi sottolineato: “Sarà difficile per la gestione di tutto, l’alimentazione, la forza, gli atleti da scegliere per una Nazionale completa. Si tratta di un Mondiale duro e in passato non ricordo di aver visto un percorso così. Penso che molti altri colleghi resteranno sorpresi come me”.