Ciclismofiandre donne

Ciclismofiandre donne
Anna Van der Breggen è la Peter Sagan in gonnella. L'olandese della Boels Dolmans, 28 anni, classe 1990 come lo slovacco, Aru e Quintana, ha dominato la quindicesima edizione del Giro delle Fiandre donne. Colpo da maestra poco prima del secondo passaggio sul Vecchio Kwaremont, quando la Van der Breggen con un'azione solitaria ha fatto esplodere il gruppo. Ben protetta da tre compagne, tra cui la campionessa del mondo Chantal Blaak, Van der Breggen ha subito accumulato un vantaggio di un minuto e l'ha poi incrementato nei 13 km finali dopo il Paterberg. Una corsa lunga, oltre quattro ore di pedalate, 155 km e ben 11 Muri: a 1'06" la connazionale Pieters ha vinto lo sprint per il secondo posto davanti a un'altra orange, Van Vleuten.

Anna Van der Breggen all'arrivo.

palmares — Campionessa olimpica di Rio 2016, due volte regina del Giro d'Italia Rosa nel 2015 e 2017, signora delle Ardenne nel 2017 quando ha conquistato Amstel, Freccia Vallone e Liegi-Bastogne-Liegi, in questa stagione Van der Breggen si era imposta per distacco nella Strade Bianche, la classica della Gazzetta sugli sterrati senesi. La migliore delle azzurre è stata Marta Bastianelli, la romana vincitrice della Gand-Wevelgem: per lei il dodicesimo posto. Arrivo: 1. Anna Van der Breggen (Ola, Boels Dolmans) km 155 in 4.08'42"; 2. Pieters (Ola) a 1'07"; 3. Van Vleuten (Ola); 4. Moolmans (Ola); 5. Blaak (Ola); 6. Jasinska (Pol); 7. Van Dijk (Ola); 8. Brennauer (Ger); 9. Niewiadoma (Pol); 10. Guarnier (Usa); 12. Bastianelli.