Cassani e quel podio che manca da 17 anni: “I miei ragazzi sanno cosa fare”

Cassani e quel podio che manca da 17 anni: “I miei ragazzi sanno cosa fare”

Un’ultima sgambata di due ore per Vincenzo Nibali, Alberto Bettiol, Gianni Moscon e Damiano Caruso. Mezz’ora in più per Giulio Ciccone. La Nazionale del c.t. Davide Cassani è pronta e nel pomeriggio giapponese di venerdì si trasferirà in un hotel nella parte ovest di Tokyo per essere più vicini al via della prova in linea su strada, 234 chilometri molto duri che si concludono al circuito del Fuji. Il via sabato alle 4 del mattino ora italiana, la conclusione verso le 10.40 con la salita del Mikuni Pass soprattutto a fare da spauracchio; quasi 7 km con pendenza media a doppia cifra che finiscono a 33 km dal traguardo. Ma anche prima dell’ingresso del circuito motoristico - quello negli anni 70 del gran rifiuto di Lauda, e poi di un incidente di Villeneuve - c’è uno strappo impegnativo. I due grandi favoriti hanno numeri bassi: Van Aert il 4, Pogacar il 6. Così i nostri: 24 Bettiol, 25 Caruso, 26 Ciccone, 27 Moscon, 28 Nibali.

L’ALLENATORE

—   Il c.t. Davide Cassani, che ha portato in valigia la bandiera tricolore autografata da Viviani dopo l’oro di Rio, ha riassunto così per Gazzetta.it le nostre speranze: “Damiano Caruso ha una grande esperienza, sa come gestire il gruppo. Vincenzo Nibali è alla quarta Olimpiade, sa che cosa lo aspetta. Bettiol ha vinto poche corse, ma una è il Giro delle Fiandre di due anni fa. Moscon in azzurro è sempre, sempre stato protagonista. E Ciccone è uno scalatore puro. In salita va molto forte…”.

IL SOGNO

—   In questa prova, dopo la cancellazione dell’argento di Rebellin a Pechino 2008 per un controverso caso doping, l’Italia non sale sul podio da 17 anni: l’oro ad Atene di Paolo Bettini. Cinque anni fa, a Rio, Nibali cadde quando era lanciato verso il podio. Da notare che Rohan Dennis salterà la prova in linea per concentrarsi sulla crono: un altro rivale per Ganna. E c’è l’incognita meteo, con possibili piogge anche forti nel pomeriggio. Dalla Spagna fanno sapere: “Valverde è il leader ma non la unica punta. La corsa la termineranno in pochi”. Intanto, da segnalare che compare nella lista partenti con il numero 81 il ceco Schlegel, che però è risultato positivo al Covid ed è in isolamento, dunque non partirà.

Fonte: https://www.gazzetta.it/olimpiadi/discipline/ciclismo/23-07-2021/olimpiadi-italbici-cassani-lancia-suoi-azzurri-4102985908344.shtml

Nancy
Nancy Non esistono per me storie ed emozioni che non possono essere narrate, o volti, i cui profili, non possono essere fedelmente tracciati.
Valutazione: