Oro al fenomeno Pidcock. Van der Poel cade e si ritira: “Mancava una pedana“

Oro al fenomeno Pidcock.  Van der Poel cade e si ritira: “Mancava una pedana“

Un fenomeno polivalente. Anzi, un altro fenomeno polivalente, alla maniera di Wout van Aert e Mathieu Van der Poel. Il nuovo campione olimpico di mountain bike, Tom Pidcock, è esattamente questo. Compirà 22 anni venerdì e si è fatto uno straordinario regalo in anticipo dominando la prova sullo spettacolare circuito di Izu, che grazie alle regole meno restrittive anti Covid della prefettura di Shizuoka ha accolto almeno 5.000 spettatori. Pidcock, che è di Leeds, nello Yorkshire, ha vinto nella giornata che ha vissuto all’inizio il dramma sportivo di Mathieu Van der Poel: il 26enne olandese per 6 giorni in giallo al Tour, figlio e nipote d’arte, è caduto quasi subito. Poi è tornato in gara, non si voleva arrendere, ma è stato costretto al ritiro.

LA PEDANA

—   Van der Poel avrebbe poi spiegato che in quel punto si aspettava di trovare una pedana che era presente durante le ispezioni al percorso. Impressionanti le immagini del volo a un passo dalle rocce e grande il sollievo nel vedere l’olandese rialzarsi. Laconico il post, con le foto del volo, pubblicato poi dal ciclista ventiseienne: “Non so cosa dire, ma tornerò. Congratulazioni a Tom Pidcock”.

PODIO

—   Assieme a Pidcock, sul podio sono saliti lo svizzero Mathias Flueckiger, a 20”, e lo spagnolo David Valero Serrano, 34”. Il fuoriclasse svizzero Nino Schurter, che era il campione in carica (oltre ad avere vinto 8 titoli iridati) si è piazzato 4° a 42”. Molto lontani gli italiani: Gerhard Kerschbaumer ha chiuso ventesimo, Luca Braidot venticinquesimo e Nadir Colledani trentaquattresimo.

STRAORDINARIO

—   Per capire quanto sia forte Pidcock, compagno di squadra di Ganna a Ineos-Grenadiers, basta dare un’occhiata al suo palmares che è già degno di un veterano e spazia in tanti ambiti. L’anno scorso aveva dominato il Giro d’Italia Under 23, vincendo tra l’altro la tappa dell’Aprica con il Mortirolo. In questa stagione, al debutto tra i professionisti, ha firmato la Freccia del Brabante ed è stato battuto solo da Van Aert in una classica di prestigio come la Amstel Gold Race. Senza dimenticare il ciclocross, di cui è stato plurititolato a livello giovanile e bronzo iridato assoluto quest’anno a fine gennaio. Chi lo aveva battuto? Sempre loro due, Van der Poel e Van Aert. Con ancora negli occhi la prova di oggi, in cui si è involato a metà gara e non è stato più ripreso, viene da chiedersi: siccome Pidcock è atteso al via sabato 14 agosto della Vuelta, fin dove potrà spingersi?

Fonte: https://www.gazzetta.it/olimpiadi/discipline/ciclismo/26-07-2021/mountain-bike-oro-fenomeno-pidcock-van-der-poel-cade-si-ritira-4103066688496.shtml

Nancy
Nancy Non esistono per me storie ed emozioni che non possono essere narrate, o volti, i cui profili, non possono essere fedelmente tracciati.
Valutazione: