Roglic, che brivido! Si stacca sull'ultima salita ma ha le mani sulla Vuelta

Roglic, che brivido! Si stacca sull'ultima salita ma ha le mani sulla Vuelta

LA VITTORIA DI TAPPA CON ARRIVO ALL’ALTO DE LA COVATILLA VA A GAUDU DOPO UNA LUNGA FUGA, SULL’ULTIMA SALITA LO SLOVENO VA IN DIFFICOLTÀ E VIENE STACCATO PRIMA DA UNO SCATENATO CARAPAZ E POI DA CARTHY MA SI PRENDE IL BIS NELLA CORSA A TAPPE SPAGNOLA. SOLTANTO 24” IL SUO VANTAGGIO SULL’ECUADORIANO

Primoz Roglic conquista la 75esima edizione della Vuelta, nella tappa di montagna con arrivo all’Alto de la Covatilla vince Gaudu dopo una lunga fuga. Il 31enne della Jumbo-Visma è andato in seria difficoltà nell’ultima salita ma è riuscito a conservare il primato con 24” su Carapaz e 47” su Carthy, entrambi più brillanti di lui nel finale. Bis per lo sloveno nella corsa spagnola dopo la vittoria dell’anno scorso, dal 2005 (terza vittoria di fila per Heras) nessuno era riuscito a ripetersi alla Vuelta. Nella 18esima frazione, l’ultima, passerella e probabile sprint a Madrid.

LA CORSA

—   Frazione decisiva, sei Gpm e arrivo in salita, 178,2 km da Sequeros all’Alto de la Covatilla. Dopo tanti chilometri senza nessun tratto di pianura, sono ventidue i corridori in fuga quando mancano 30 km al traguardo e la corsa affronta la penultima salita della tappa, l’Alto de la Garganta (Gpm di seconda categoria, 12 km con una media del 4,8%). Quando mancano 3 km allo scollinamento, Soler scatta e prova l’inseguimento. Il suo compagno alla Movistar, Erviti, lo attende per facilitarne la rimonta. All’inizio dell’ultima ascesa (Gpm Hors Catégorie, 11,4 km, 7,1% di pendenza media) comanda la corsa un trio formato da Donovan, Ion Izagirre e Mäder con 40” di vantaggio su Soler e gli altri fuggitivi. Vento laterale, anche sul gruppo maglia rossa dove George Bennett e Kuss scortano Roglic. Davanti rimane da solo per poco Ion Izagirre, Gaudu lo raggiunge e continua ad accelerare verso il traguardo. Nel gruppo dei big si scatena la battaglia. Carthy e Carapaz allungano, Roglic reagisce con leggero ritardo ma non perde terreno, con i tre anche Mas e Vlasov. Carthy prova a sfiancare gli avversari con una serie di scatti, ma è di Carapaz l’attacco più convinto. L’ecuadoriano viene braccato dallo sloveno, che può gestire 45” di vantaggio in classifica generale. Roglic ha una pedalata meno brillante e Carapaz ne approfitta distanziando il capitano della Jumbo-Visma e Carthy. Gaudu si prende la tappa, intanto anche Carthy stacca Roglic, in chiara difficoltà. Lo sloveno chiude in affanno, ma la Vuelta è sua per pochi secondi.

LA CLASSIFICA

—   Primoz Roglic vince la Vuelta con 24” di vantaggio su Richard Carapaz e 47” su Hugh Carthy.

Fonte: https://www.gazzetta.it/ciclismo/vuelta/07-11-2020/vuelta-17-tappa-roglic-vince-vuelta-tappa-gaudu-390658721127.shtml

Nancy
Nancy Non esistono per me storie ed emozioni che non possono essere narrate, o volti, i cui profili, non possono essere fedelmente tracciati.
Valutazione: