Stoccata di Woods su Fraile e Valverde. Carapaz resta leader

Stoccata di Woods su Fraile e  Valverde. Carapaz resta leader

IL CANADESE DELLA EF PRO CYCLING VINCE LA SETTIMA TAPPA DAVANTI A FRAILE E VALVERDE, CHE RECUPERA TERRENO IN CLASSIFICA. L’ECUADORIANO SEMPRE IN MAGLIA ROSSA

Intensità, generosità, spettacolo. E la vittoria del canadese Michael Woods, che a Villanueva de Valdegovia ha battuto gli spagnoli Fraile e Valverde, quest’ultimo attivissimo tutto il giorno e capace di guadagnare una sessantina di secondi sul gruppo dei leader, col distacco dalla maglia rossa Carapaz, arrivato con tutti i suoi rivali, ridotto da 3’ a 2’03”. Nella generale l’ecuadoregno resta davanti a Carthy, Daniel Martin e Roglic, tutti raccolti in mezzo minuto, con Enric Mas poco dietro.

KUSS E MARTIN PER I POIS

—   La settima tappa della Vuelta, 159,7 chilometri da Vitoria a Villanueva de Valdegovia, è stata caratterizzata da una prima fuga di Remy Cavagna e poi da un allungo massiccio. Davanti un gruppo di oltre trenta corridori, animato da diversi intenti di fuga solitaria. Sepp Kuss è transitato davanti a Guillaume Martin e a Power nel primo passaggio sul Puerto de Orduña, provincia di Burgos: 7,8 chilometri di salita con pendenza media del 7,7%, e punte del 14%, da affrontare due volte, col secondo passaggio a 19 chilometri dall’arrivo. Kuss ha così recuperato la maglia a pois degli scalatori.

INEOS SFIANCATA

—   Davanti anche Valverde, che ha animato la fuga con un buon allungo, cosa che ha risvegliato il dormiente gruppo della maglia rossa Carapaz. La Ineos ha iniziato a tirare, riducendo da tre a un minuto il ritardo del leader, mentre davanti Valverde è stato ripreso. La Ineos ha pagato lo sforzo, con Carapaz che è rimasto solo con Amador. Cosa che gli ha impedito di annullare la fuga, col distacco che è risalito a un minuto e mezzo.

INDOMITO VALVERDE

—   La seconda scalata al Puerto de Orduña è stata assai movimentata, con Kuss, Michael Woods e un brillante Valverde tra i più attivi. Il canadese della EF ha aperto il buco decisivo, costeggiando il suggestivo Pico del Fraile. Woods ha guadagnato 29 secondi, dimezzati da una frustrata dell’indomito Valverde, che si è portato dietro Fraile, Martin e Peters. Il canadese ha scavallato il Gpm con un vantaggio di secondi sul quartetto guidato da Martin, che si è ripreso la maglia degli scalatori appena sfilatagli da Kuss: 27 a 24, con Wellens a 19 punti. Il gruppo di Carapaz, con Roglic, Daniel Martin, Mas e Carthy è passato compatto a 1’54”.

LA STOCCATA DI WOODS

—   In discesa Woods è stato rapidamente raggiunto e i 5 (due spagnoli, due francesi e un canadese) sono filati via verso la volata, attaccandosi continuamente in un finale spettacolare, disputato senza tatticismi. La stoccata decisiva l’ha piazzata Woods vicino al triangolo dell’ultimo chilometro, bruciando i compagni e beffando gli spagnoli, che speravano di rimediare la terza vittoria di tappa dopo quelle di Marc Soler e Ion Izagirre.

Fonte: https://www.gazzetta.it/ciclismo/vuelta/27-10-2020/vuelta-villanueva-de-valdegovia-stoccata-woods-carapaz-leader-390357685556.shtml

Nancy
Nancy Non esistono per me storie ed emozioni che non possono essere narrate, o volti, i cui profili, non possono essere fedelmente tracciati.
Valutazione: