Vuelta: Wellens beffa Woods, Roglic resta leader

Vuelta: Wellens beffa Woods, Roglic resta leader

NELLA 14ª TAPPA CON ARRIVO A OURENSE IL BELGA DELLA LOTTO SOUDAL COGLIE LA SECONDA VITTORIA CORONANDO UNA FUGA. NESSUNA VARIAZIONE NELLA CLASSIFICA GENERALE

Si sapeva: il profilo della 14/a tappa della Vuelta, 205 km da Lugo a Ourense, era perfetto perché andasse in porto una fuga. E così è stato, anche perché a cercare gloria da lontano sono stati corridori di ottimo livello. E il successo finale, sullo strappo di 1.100 metri al 6,5% di pendenza che portava alla linea bianca, è andato a Tim Wellens, 29enne belga della Lotto-Soudal che in questa edizione aveva già vinto la quinta frazione a Sabinanigo, e che in passato si era imposto in due occasioni al Giro d’Italia (30 successi in carriera in tutto). Wellens, già confermato dal team belga fino al 2022, ha battuto allo sprint il canadese Woods (Ef), il ceco Stybar (Deceuninck-Quick Step) e l’olandese della Ineos Grenadiers Van Baarle. Quinto Soler a 11”, mentre il gruppo dei migliori, di cui faceva parte il nostro Mattia Cattaneo, è arrivato a 3’44”.

CLASSIFICA

—   Nessuna variazione di rilievo in classifica generale: Roglic è al comando con 39” su Carapaz, 47” su Carthy e 1’42” su Dan Martin. Cattaneo è 18esimo a 16’11”.

LA PROSSIMA TAPPA

—   La Vuelta, che si concluderà domenica a Madrid, prosegue giovedì con una frazione ondulata di 231 km da Mos a Puebla de Sanabria (la più lunga). Mentre sull’arrivo in quota di sabato a La Covatilla, che potrebbe essere decisivo, resta l’incognita del meteo perché è prevista neve.

Fonte: https://www.gazzetta.it/ciclismo/vuelta/04-11-2020/vuelta-14-tappa-vince-wellens-roglic-ancora-maglia-rossa-390575186150.shtml

Nancy
Nancy Non esistono per me storie ed emozioni che non possono essere narrate, o volti, i cui profili, non possono essere fedelmente tracciati.
Valutazione: